Il 2007 designato dalla Unione Europea
  anno delle pari opportunità per tutti
 

Il Consiglio e il Parlamento europeo hanno designato il 2007 “Anno europeo delle pari opportunità per tutti”.  Tale iniziativa intende  rendere i cittadini della Unione europea  consapevoli del proprio diritto a non essere discriminati, a promuovere le pari opportunità in campi quali il lavoro e l'assistenza sanitaria, e per dimostrare come la diversità renda l'Europa più forte. L'intero programma sarà articolato intorno a quattro temi principali: i diritti,  la rappresentanza, il riconoscimento e il rispetto.

L'Anno europeo 2007 si concentrerà sulla lotta alle discriminazioni basate sul genere, la razza o l'origine etnica, sulla religione o la diversità di opinione, sulla disabilità, sull'età o sugli orientamenti sessuali.

Il budget totale per 12 mesi di iniziative sarà di 15 milioni di euro e servirà a finanziare - tra le altre cose - una campagna di informazione su scala europea, un nuovo sondaggio di Euro-barometro sulla discriminazione e centinaia di iniziative nazionali come i concorsi di scrittura per le scuole sul tema del rispetto e della tolleranza, o premi per le imprese che forniscono la formazione più efficace sulla diversità.
Sarà inoltre organizzato un
"Summit sulle pari opportunità"  che riunirà ministri, enti che si occupano di pari opportunità, membri della società civile e partner sociali.

La maggior parte delle attività saranno coordinate a livello nazionale in modo che siano organizzate il più vicino possibile ai cittadini. Per tali attività sono destinati 7,6 milioni di euro, che dovranno essere integrati da  destinati da co-finanziamenti pubblici e privati.

L' "Anno europeo delle pari opportunità per tutti" cade esattamente dieci anni dopo l' "Anno europeo contro il razzismo" e l'introduzione, nel trattato CE, dell'articolo 13, che vieta all'interno dell'Unione europea ogni forma di discriminazione.


 

HOME VOLONTARIATO | HOME OIKOS | HOME INFORMAGIOVANI

 
 

   Copyright © 2000 Associazione Oikos