Le sedi alle associazioni di volontariato
Lettera ai municipi di Azione sociale

 

Il Presidente 

Roma 2 febbraio 2004
Prot.. 85/04

 Ai presidenti dei Municipi del
Comune di Roma

Ai presidenti e ai membri delle
Commissioni Municipali
Demanio e Patrimonio

 Al presidente e ai membri delle
 Commissioni Municipali
per i Servizi Sociali

 e, p.c. 

Al Sindaco del Comune di Roma

 All’Assessore al Demanio del
Comune di Roma

 Al presidente e ai membri della
Commissione Patrimonio del
Comune di Roma

 Al presidente e ai membri della
Commissione Servizi Sociali del
Comune di Roma


Oggetto:
Passaggio delle competenze in materia di assegnazione degli spazi sociali ai Municipi.

Nel 1995 e nel 1996, due delibere votate dal Consiglio Comunale hanno stabilito gli indirizzi e il regolamento per la concessione, a canone agevolato, degli spazi demaniali del Comune di Roma ad enti e associazioni che promuovono attività socialmente utili nell’abito del Comune di Roma.

Nel regolamento emergeva chiaramente il ruolo dei Municipi nella verifica delle priorità, legate alla valenza territoriale nonché all’effettiva utilità sociale dei beneficiari, come di seguito citato:

“Costituisce titolo preferenziale nell'assegnazione, l'indirizzo polifunzionale dell'associazione richiedente, nonché, l'integrazione delle attività svolte con le esigenze del territorio..”

“L'Amministrazione Comunale, attraverso i Municipi interessati, può annualmente verificare che l'uso dei locali corrisponda a quanto disposto dalla disciplina delle concessioni ”

Nonostante tali premesse e nonostante l’approvazione del regolamento sul decentramento comunale, che attribuisce ai Municipi la gestione del patrimonio, sino ad oggi le scelte in materia di assegnazione degli spazi in oggetto è rimasta inspiegabilmente nelle mani degli Uffici del III dipartimento dell’Assessorato al Demanio e Patrimonio del Comune di Roma.

La situazione attuale caratterizzata da pesanti tagli ai bilanci destinati alla spesa sociale, obbliga i Municipi ad utilizzare al meglio le risorse fornite dalle numerose organizzazioni non lucrative di utilità sociale presenti nei territori di appartenenza. Queste, per il solito, garantiscono forte aderenza alle necessità del territorio, in quanto, molto spesso, nascono proprio come risposta spontanea dei cittadini a tali necessità.

Tuttavia, il quadro generale delle assegnazioni effettuate dagli Uffici del III Dipartimento sembra mostrare un orientamento ben diverso da quello espresso dal Consiglio Comunale, beneficiando entità eterogenee, molte delle quali escono decisamente dai requisiti stabiliti.

La nostra organizzazione, in collaborazione con le associazioni di volontariato e di utilità sociale sta preparando un dettagliato dossier da sottoporre alla pubblica opinione nel quale, dai primi elementi raccolti emerge, un preoccupante quadro di diffusa illegittimità in molti dei provvedimenti adottati.

Prescindendo dalla eventuale rilevanza penale di quanto sta emergendo, che sarà valutata dagli organi giudiziari (già interessati da alcune denunce presentate da singole associazioni), chiediamo ai Municipi di voler affermare con chiarezza il loro diritto di stabilire, in relazione alle esigenze dei territori da essi amministrati, le priorità di scelta e di controllo nelle assegnazioni degli spazi.

Questo non significa, necessariamente, aprire un conflitto con l’amministrazione capitolina, bensì porre a beneficio dell’intera città l’esperienza e la conoscenza capillare delle problematiche sociali che l’esperienza  politico amministrativa pluridecennale del decentramento municipale ha prodotto e che, attualmente, viene mortificata dai ritardi nell’attuazione dei necessari passaggi di competenze, tra cui quella relativa al Demanio. 

 Vi chiediamo, pertanto, di voler proporre, nei rispettivi Consigli Municipali, un ordine del giorno da sottoporre all’attenzione del Sindaco di Roma che chieda l’immediato passaggio delle competenze in materia di assegnazione degli spazi sociali ai Municipi, sospendendo immediatamente, nelle more dei necessari provvedimenti da adottare all’uopo, ogni procedimento di assegnazione, rilascio o sgombero, di locali destinati ad uso sociale avvenuto dopo l’approvazione del regolamento sul decentramento comunale.

Augurandoci, per l’interesse della città, che la nostra istanza incontri la vostra sensibilità, inviamo i nostri migliori saluti e restiamo a Vostra disposizione per ogni ulteriore chiarimento.

Luca Panariello

 

Via Poggio Moiano, 24  - 00199
Tel./Fax 06.8602191 – 3386261463
Sito:
www.azionesociale.org 
e-mail:
presidente@azionesociale.org

c.f. 97273920583

 

 

HOME | VOLONTARIATO ONLINE

 

   
 

   Copyright © 2000 Associazione Oikos